.
Annunci online

Fuori la foto!!
post pubblicato in jimmypec, il 16 maggio 2010




Forse ci salverà una foto. 
La questione della foto è uscita fuori durante l'ultima puntata di Annozero, nel mentre della discussione con Massimo Ciancimino. 
Un'altro fatto interessante è la dichiarazione di Antonio Di Pietro al Tg3 di alcuni giorni fa, in cui parla di cose sconcertanti: "caduta del governo per cause giudiziarie".
Il link tra le due questioni è il signor "Franco".

Il signor "Franco" (secondo ciò che dice Massimo Ciancimino) è colui che parlava per conto dei servizi segreti, col padre Vito (referente di Cosa Nostra). Durante l'ultima puntata di Annozero, Ciancimino jr ha affermato che esiste una foto che ritrae il suddetto signor "Franco" insieme ad alcuni politici. Afferma addirittura che i politici in questione "sono in servizio oggi, con un ruolo importante oggi".La foto è stata pubblicata in una "rivista", riferisce Ciancimino jr. 

Antonio Di Pietro in una dichiarazione di alcuni giorni fa al Tg3 afferma: "può capitare da un momento all'altro che si debba andare a votare per motivi giudiziari, io credo che questo governo è grandemente compromesso".

Ora, Di Pietro è sempre aspro nei toni, fa spesso uso di iperbole, è molto agitato quando parla. Ma questa volta era molto serio e pacato, sicuro di se ed è riuscito ad esprimere il suo pensiero quasi senza balbettare. Inoltre non mi sembra uno sconsiderato: se parla di cose così gravi è perchè pensa che siano almeno verosimili. 

Il nodo è che questa foto proverebbe che alcuni "politici molto rilevanti e tutt'ora in carica", sono in stretti rapporti col signor "Franco" che dialogava con la Mafia per conto dei servizi segreti. Se anche il signor "Franco" era meritevole di essere fotografato e pubblicato in una rivista, significa che lo conosciamo già. Ma soprattutto vuol dire che i politici in questione molto probabilmente sono ed erano al corrente della "tattativa" tra Stato e Mafia.

Di Pietro ci fa pensare che i politici in questione potrebbero essere degli uomini di governo, si potrebbe maliziosamente pensare che si tratti addirittura del Presidente del Consiglio. Altrimenti non avrebbe senso parlare di caduta del governo, con voto anticipato annesso, per cause giudiziarie.

Ciancimino Massimo completa il quadro affermando che il padre considerava Berlusconi "una vittima della Mafia" perchè "aveva le palle nelle mani di qualcun'altro, e questo qualcuno era Dell'Utri". Inoltre ha dichiarato di aver ritrovato un cellulare in cui sono scritti molti numeri scottanti, tra i quali anche quello del signor "Franco". 

Una cosa è certa: finalmente conosceremo il vero nome del signor "Franco". 
Non se ne può più di chiamarlo così!

Sfoglia aprile       
il mio profilo
rubriche
links
tag cloud
cerca
calendario
adv